martedì 24 settembre 2013

[RECENSIONE] Ammo Palette Urban Decay

Pubblicato da MissInfinity a 11:22


Un altro successo per questa marca che difficilmente delude le sue clienti! La Ammo palette è una palette per chi vuole avere 10 ombretti shimmer, ultra pigmentati, e con colori che permettono di fare make up nude, smokey eyes strong con molta facilità e senza bagnare il pennello. 
La palette si presenta in una scatola trasparente

Aprendo la scatola trasparente troviamo la palette e il primer dentro una scatola di cartone viola, dove dietro ci sono i nomi degli ombretti:




La palette si presenta piccola, quasi tascabile, grigia con un teschio stilizzato viola, e la scritta Urban Decay dello stesso colore del teschio. Aprendola troviamo sopra uno specchio non molto grande ma sufficiente per eventuali ritocchi in viaggio, e sotto troviamo le 10 cialdine e un mini pennello a lingua di gatto.



Le cialdine sono, in prima fila:

SMOG: Bronzo bruciato shimmer.
MILDEW: Verde muschio dorato shimmer
OIL STICK: nero opaco con glitter argento
LAST CALL: prugna metallizzato shimmer.
CHOPPER: Rame shimmer con glitter argento (presente anche nella Naked 2)
Seconda fila:
MAUI WOWIE: Beige dorato metallizzato shimmer con glitter argento
SHATTERED: Turchese shimmer con riflessi oro
POLYESTER BRIDE: Un bel bianco neve shimmer con micro glitter argento.
GRIFTER: Lavanda shimmer con glitter argento.
SIN: Champagne Shimmer.





Non ho parlato del primer, ma è perché mi è già finito. E' una mini size e appena riesco ad avere dei soldi da sperperare lo comprerò sicuramente in full size, merita e non c'è niente meglio di questo primer, sono sincera!!!!
Ragazze, compratela assolutamente, fatevela regalare, insomma fate qualcosa, ha dei colori stupendi!!! Mi fomento assai quando si tratta della Urban Decay scusate :3

Alla prossima recensione 

1 commenti:

Il Barbatrucco della Mokarta on 25 settembre 2013 12:06 ha detto...

*__________________* he meravigliosa palette!!!

Posta un commento

 

Relax, take your time Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos